MASCHI CONTRO FEMMINE

Dopo tre giorni passati a lavorare nell’albergo dove collaboro come extra (ormai i tempi dei contratti sono molto lontani, per cui secondo me non è poi così tanto questione di “crisi”), sono sempre più convinta di una sorta di teoria tra le donne cuoche e pasticcere: il mondo delle cucine è un mondo di maschilisti.

Ho sempre lavorato, come altre mie colleghe, in mezzo a ragazzi e /o signori, anche piacevolmente, ma a volte ti rendi conto che la maggior parte di loro hanno la consapevolezza (e anche presunzione) di essere mille volte superiori a te.

Un giorno a pranzo ero in servizio a far uscire una comanda, una tagliata di frutta. Periodo di Carnevale. Passa l’Executive Chef e mi aggredisce verbalmente davanti a tutti perchè non c’erano le chiacchere insieme ad accompagnare il piatto. Io non lo sapevo, e tantomeno era stato informato il mio Capo Pasticcere, ma a lui questo non interessava, si è messo a gridare che ero un incompetente, com’era possibile lavorare così bla bla bla.
Scoppiata a piangere talmente si esprimeva con cattiveria, non aveva il minimo ritegno di abbassare i toni e tantomeno si accorse di stare a parlare con una ragazza. Forse con un altro avrebbe avuto la stessa reazione, anche se avrei qualche dubbio.

O peggio ancora, il periodo più brutto l’ho passato quando lavoravo a Merano, sempre in un ristorante stellato. Lo Chef, che tra l’altro non stava mai in cucina, ma passava le sue giornate lavorate a suon monologhi ed elogi in sala con i clienti, ogni giorno aveva voglia di litigare e di tenere delle discussioni ben accese con la sottoscritta. Gratuitamente, senza motivo. Ed io ho imparato che quando sei attaccata da un uomo, hai un’unica scelta: rispondere. Ti abbasserai al suo stesso livello, ma quando un uomo ti manca di rispetto con insulti o addirittura minacce, hai solo che rispondere e usare indifferenza nei momenti opportuni.

Vedi tutto come se avessero un odio estremo nei confronti delle donne in cucina .. Persone che forse non accettano l’emancipazione femminile, ancora ad oggi, nel 2012 ..

Mi fa piacere sapere però che piano piano le donne nella ristorazione si stanno facendo valere, dato che soprattutto nel campo della pasticceria sembra che il numero stia salendo abbastanza notevolmente. Tant’è che ho letto pochi giorni fa della vittoria di Sonia Balacchi, giovane pasticcera riminese, al “Pastry Queen”, campionato mondiale della pasticceria femminile.

Sono soddisfazioni .. E chissà che un giorno non troveremo intere brigate formate da sole donne ..

Annunci

2 pensieri riguardo “MASCHI CONTRO FEMMINE

  1. Ciò che hai descritto è un brutto modo di mandare avanti una cucina che fino a pochi anni fa era la regola, mi permetto di contraddirti, in base alla mia esperienza , in un punto fondamentale. Gli chef vecchio stampo, come quelli da te descritti, non usano distinzioni tra uomini e donne. Le loro cazziate sono unisex, e questo paradossalmente li rende “democratici” da un punto di vista deviato. Tieni presente che probabilmente la loro formazione è avvenuta qualche decennio fa dove nelle cucine di un certo livello allo chef poteva rivolgere la parola solo il suo secondo, e nessun altro. Cucina dove la gerarchia e l’impostazione militare era la regola e non l’eccezione, e se ti formi lavorativamente per 30 anni in un ambiente del genere…non puoi che proseguire con quel sistema anche se personalmente non mi piace ma, paradossalmente, lo comprendo. Non è una differenza Uomo-donna, quanto piuttosto l’abitudine a urlare sempre e con tutti. Ad ogni modo…è lo Chef, e trovo che in cucina sia lui a dettare leggi e regole, piaccia o no. Meriti, responsabilità e colpe della direzione o della proprietà ricadranno sempre su di lui, questo non dimenticarlo mai. Se tu sei sotto pressione per non aver messo le frappe nel piatto….lui lo è 100000 volte più di te per motivi che nemmeno conosci, perchè se li tiene senza far trapelare nulla in cucina. E’ il lavoro piu’ bello del mondo…..ma è anche uno dei più difficili e stressanti. Lascia perdere le lacrime o le risposte, fatti scivolare ogni cosa addosso ….tutto scorre ed i problemi veri nella vita son tutti fuori dalla cucina….cosa vuoi che sia un cazziatone ? 🙂

    1. Ciao Antonio. Grazie della tua nota. Sono completamente d’accordo con quello che dici, molto spesso l’atteggiamente di uno Chef può essere lo stesso nei confronti di un ragazzo o di una ragazza della sua brigata, ma in altrettanti posti per quel che ho potuto vedere, molte persone ostentano la superiorità, facendoti sentire l’intrusa della situazione, che fare il cuoco o il pasticcere sia solo un lavoro “da uomini”.
      L’anno scorso lavoravo in un ristorante abbastanza importante. Lo Chef era anche proprietario. Per il suo passato da uomo divorziato, dove la moglie gli aveva e gli ha impedito di vedere anche la figlia, costui si svegliava ogni mattina volendo discutere con le donne della cucina. Un accanimento e un’umiliazione indescrivibili. Quindi a volte forse non è proprio questione di un banale cazziatone .. Purtroppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...