AAA CERCASI STIPENDIO NEI RISTORANTI

Quando ero piccola mi dicevano sempre “Se sceglierai di fare la cuoca guadagnerai un sacco di soldi”. Si certo, in quale sogno?!  Se guadagnare 1200/1500 euro è considerato come avere dell’oro, siamo messi proprio bene.

Sicuramente non ho scelto questo lavoro per lo stipendio, ma c’è da dire una cosa. Tempi di crisi o no, non mi sembra tanto proporzionale fare 8 ore seduti su una sedia e guadagnare un tot e fare quasi il doppio delle ore e guadagnare lo stesso, se non a volte di meno.

Per non parlare poi delle condizioni in cui si lavora. Forse le scene apocalittiche alla Gordon Ramsay sono un po’ esagerate, ma ci manca poco ad arrivare lì.

Ricordo quando qualche mese fa approdai a Milano per lavorare in un importante ristorante stellato. Era una grandissima opportunità, di quelle che ti capitano una sola volta, mi si era aperto il cuore quando dissero che avrebbero scelto me. Mi ero detta tra me e me che non avrei abbandonato quella grande occasione a nessun costo. Il tempo di durare 3 giorni. E dico tre.

Condizioni di lavoro inaccettabili: 14/15 ore al giorno, senza alcuna pausa pomeridiana. Tutto non stop. Per cosa poi? Per uno stipendio che si aggirava sui 1100 euro. Per non parlare dello Chef e di tutti quelli che gli stavano vicino. Dalla serie “Il diavolo veste Prada”, anche se indosserebbe un’altra marca in questo caso ..

E intanto “i diavoli” guadagnano un sacco di soldi, girano con i macchinoni e i vestiti firmati (ho notato che è usanza tra loro indossare scarpe esclusivamente Louis Vuitton, poverini). Ma intanto tu, dipendente misero senza opportunità di crescita, percepisci “noccioline”, senza alcun merito per il lavoro che hai fatto e lo stress fisico-psicologico che hai subito.

Il bello è che ai colloqui quello che viene giudicato sei tu. E loro chi li giudica? Dovrebbe esistere una sorta di “Guardia di Finanza” per controllare tutto lo schifo illegale che c’è in giro. Non ovunque, sia chiaro. O almeno, si spera.

Se state pensando allora perché non cambiare lavoro? .. beh, penso che questa sia una domanda un po’ inadatta. Chi è in questo settore lo fa perché ha la passione, una sorta di adrenalina interiore.

Allora l’unica via d’uscita che un giovane cuoco o pasticcere può prendere, l’unica luce che riesce a vedere in fondo al tunnel, è quello di pensare a non passare la vita a fare il dipendente, ma mettersi in proprio. Aprire un’attività tutta sua e veder così realizzati i suoi sogni.

Si ok, ma c’è un problema. Con quali soldi?!

Annunci

10 pensieri riguardo “AAA CERCASI STIPENDIO NEI RISTORANTI

  1. Io mi sono sempre chiesto, “Ma chi controlla chi controlla?”
    Perché c’è sempre un livello sopra il quale non c’è nessuno e a quel livello la gente pensa di poter fare quello che vuole e come vuole, a discapito dei sottoposti.
    Ecco uno dei motivi per cui andiamo male…

    1. Esatto .. penso che funzioni così più o meno in ogni ambiente, non solo in quello ristorativo.
      Tempi in cui, giustamente, l’evasione fiscale viene controllata “porta a porta”, ma sugli stipendi nessuna voce a proposito ..

  2. Sono uno chef con trent’anni di esperienza , ho letto con molto interesse quello che hai scritto , su alcune cose hai ragione , ma su altre permettimi di dissentire. Non so quanti anni hai ma la mia impressione è che tu sia molto giovane , se posso permettermi un consiglio, al posto tuo, specialmente in questo lavoro per poter in futuro guadagnare molto bisogna almeno i primi anni lavorare gratis. Se hai come mi pare di aver capito la possibilita’ di lavorare in alcuni stellati l’ultimo tuo problema dovrebbe essere la paga, ascolta me, chiedi sempre un rimborso spese o vitto e alloggio poi per il resto approfittane, impara, ruba il mestiere, vedrai che sarai piu’ rispettata , ti verranno insegnate piu’ cose e nel giro di pochi anni sarai tu a fare la cifra di ingaggio e non il datore di lavoro. Capisco che non sempre ci sia la possibilita’ di vivere senza o con uno stipendio minimo ma piu’ giovane sei e con l’aiuto della famiglia in questo campo è l’unico modo con il tempo per emergere e dare ragione a chi pensava che in questo lavoro si potesse guadagnare bene . Ciao Mario

    1. Ciao Mario,
      piacere di conoscerti.
      Sono una ragazza di 26 anni. Sono d’accordo con te quando dici che i primi anni bisogna “sacrificarsi”, fare la vera e propria gavetta, specialmente quando si tratta di posti di alto livello, una vera e propria scuola a livello di formazione.
      Il problema sussiste quando inizi a diventare “grande”, cominci ad avere un “bagaglio” alle spalle e soprattutto quando non hai la fortuna di avere una famiglia che ti possa aiutare. Io mi trovo in questa situazione, e credimi non è facile. Spesso è quasi demoralizzante ..

      1. Ti capisco…nella tua situazione mi ci sono trovato anche io . Forza e coraggio . Ma’..stai lavorando ? E dove se non sono indiscreto ?

      2. Ora no .. ho collaborato come extra in un famoso hotel 5 stelle lusso qui a Milano, ma di contratti nemmeno l’ombra. Sembra che per i cuochi sia molto più facile, per i pasticceri un po’ meno ..

      3. Strano , pasticceri nn se ne trovano molti . Se sento qualcosa te lo inoltro volentieri auguri

    2. e certo perché in Italia se non hai la famiglia alle spalle non puoi neanche pensare di seguire le tue inclinazioni. Se ci fosse più onestà chi non ha aiuti potrebbe pensare di farcela con le proprie forze. Poi caro Mario il tempo sfugge dalle mani in fretta e appena sei al giro di boa dei 30 anni e sei donna, hai voglia a far colloqui, ti vedono già incinta!. La famiglia a quel punto dovrebbe aiutarci in eterno…non è una soluzione ti pare?.

  3. Che tristezza. L’Italia è tutta così, e cantare le lodi dello sfruttamento è una delle nostre vergogne. Qualche visita della Finanza alle volte non è poi fuori luogo….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...